LA NOSTRA SEZ. PRIMAVERA DIVENTA MONTESSORI

La sezione Primavera de L’Albero dei Bambini, dal prossimo anno 2021-2022, diventa Montessori. Lo spazio dedicato a questa delicata età di mezzo tra Nido e Infanzia, i due anni, sarà un ambiente accogliente, stimolante, sicuro, a misura di bambino e a sua completa disposizione. Un ambiente in cui il bambino potrà muoversi in autonomia, esercitando la libera scelta, imparando nel contempo le regole sociali. Prima di ogni attività l’ambiente deve essere predisposto, con la regia dell’Educatrice di riferimento, in modo da accogliere i bambini dando loro la giusta importanza.

Responsabile del nuovo progetto sarà Giusi Farruggia, Educatrice diplomata Maestra Montessori, che organizzerà le attività a seconda delle necessità di sviluppo di ogni singolo bambino. Naturalmente anche la Sezione Primavera sarà seguita da tutta l’Equipe e dal Coordinamento Pedagogico, come le altre sezioni.

Così la nostra Sez. Primavera si strasforma, mantenendo il nostro stile ispirato da grandi pedagogisti diversi ma nel contempo arricchendosi di contenuti e di metodo.

Fondamentale per l’insegnamento Montessori è l’osservazione del bambino, la preparazione e la cura dell’ambiente, la ricerca e l’ordine dei materiali proposti, l’attenzione allo sviluppo dei bambini e alle relazioni. La valorizzazione delle capacità di ogni bambino è fondamentale, così come lo sguardo dell’Educatrice sul gruppo e sul singolo, che non deve essere mai giudicante o autoritario.
Il bambino tramite i “lavori”, secondo la terminologia usata da Maria Montessori, acquisisce consapevolezza di sé e delle proprie competenze. 
“La premessa per lo sviluppo del bambino è la concentrazione; il bambino che si concentra è immensamente felice”. Così si esprimeva, con entusiasmo e chiarezza di idee la grande medico e pedagogista nata a Chiaravalle (Ancona) e vissuta tra il 1870 e il 1952. Di lei è rimasta una ricchissima eredità pedagogica che intendiamo riproporre ai nostri bambini di 24/36 mesi in una serie di attività. Eccone alcune:

  • attività preparatorie alla vita pratica per lo sviluppo della motricità fine;
  • attività pratiche complesse come cura dell’ ambiente, apparecchiare e sparecchiare, telai delle allacciature, infilare, macinare, pestare, per l’affinamento del movimento grosso e fine; 
  • sviluppo del linguaggio tramite libri, nomenclature di diversi tipi, mistery box, racconti, teatrino e canzoni; 
  • attività sensoriali come la Torre rosa, spolette dei colori, incastri, scatoline con le sorprese, materiali per lo sviluppo del tatto, udito, gusto e olfatto; 
  • attività artistiche e composizioni polimateriche;
  • attività cognitive esperienziali: attraverso l’esperienza diretta il bambino conosce il mondo e lo interiorizza;
  • attività di relazione e di affettività tra pari e tra bambini e adulti di riferimento.

Una sezione Primavera Montessori: perchè condiviamo con Maria Montessori il principio basilare che il bambino debba essere al centro della scuola e che essa “…debba essere il luogo dove il bambino possa vivere nella sua libertà; è nella scuola che il bambino deve trovare le migliori condizioni di sviluppo”.